Chiesa di Sant’Orsola

chiesa_sant_orsola_025_590La chiesa di Sant’Orsola (detta anche “Chiesa del Purgatorio”) sorse nel XVI-XVII secolo per volontà del sacerdote don Giovanni Donato Verna che voleva affiancarvi anche un monastero per suore. Una disputa  sulla proprietà, scoppiata tra i Verna ed altri, si risolse con la donazione della chiesa alla Congregazione dei Morti, avvenuta l’8 dicembre 1638.

La Congregazione acquistò molte case intorno alla chiesa, per soddisfare il desiderio del Verna, senza però riuscire a realizzare il monastero. La congregazione ha conseguito successivamente il titolo di Arciconfraternita, ottenendo il regio exequatur nel 1769.

La Chiesa di Sant’Orsola conta nei secoli diversi restauri. L’ultimo, di un decennio fa, l’ha riportata all’antico splendore.

Essa ha la facciata in stile barocco rococò e si presenta ricca di stucchi. E’ finemente affrescata da pregevoli pitture a tempera  dell’artista milanese Natale Penati che frequentò l’Accademia di Brera. E’ sicuramente la chiesa antica artisticamente più interessante della città di San Giovanni Rotondo.

CHIESA DI SANT’ORSOLA – GALLERIA FOTOGRAFICA

Condividi nel tuo social network

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi